PSICOLOGIA CLINICA

 

SEPARAZIONI E DIVORZI

 

Separazioni coniugali: il divorzio legale non sempre coincide con il divorzio psichico, in quanto in una separazione c'è sempre chi lascia e chi è lasciato. La richiesta di una separazione coniugale può essere vissuta come un evento sconcertante, quasi una calamità improvvisa che si abbatte sulla coppia.

Da questo momento, inizia per la coppia l'iter fatto di burocrazia, contatto con gli avvocati, sofferenza, senso di abbandono o di colpa, contese dei figli e scelta di separazione consensuale o giudiziale.

Ma può essere la separazione emotiva il processo più difficile da affrontare: l'esperienza vissuta dal partner che subisce la separazione è molto simile a quella del lutto e implica un processo che pone fine ai legami psicologici tra i due coniugi o che, comunque, li trasforma.

Sintomi come l'ansia, la depressione, i disturbi psicosomatici che perdurano anche dopo anni dalla separazione denunciano l'incapacità della persona di elaborazione e riorganizzazione di fronte alle richieste di cambiamento che la separazione comporta.

Può essere utile, in questi casi, l'aiuto di un professionista che supporti la persona non solo nel processo di separazione e di elaborazione, ma anche a trovare un diverso equilibrio nel nuovo assetto familiare. 

 

LUTTO

 

La patologia del lutto: la morte, specialmente quella traumatica, è un evento che può fortemente minare le credenze e la basi sulle quali viviamo.

La perdita di senso è sconvolgente, crollano le certezze e si dissolvono i progetti; tutto ciò si manifesta concretamente nella realtà quotidiana, quando ci si rende conto che la tavola non andrà più apparecchiata per tre ma per due, o quando l'altra metà del letto rimarrà costantemente vuota.

Spesso la persona in lutto viene troppo facilmente diagnosticata come depressa o con un disturbo post traumatico da stress.

Pur avendo analogie con i disturbi citati, il processo del lutto ha caratteristiche proprie, tanto che i normali farmaci antidepressivi non hanno comunque effetto in persone che stanno vivendo la perdita della persona amata.

Il processo del lutto deve portare a ricostruire un significato personale messo in crisi dalla perdita.

Si tratta di un processo di adattamento alla morte di una persona con cui abbiamo condiviso molti aspetti importanti della nostra vita; significa accettare la fine irreversibile di un “prima” che non c'è più e un “dopo” che non potrà più essere come immaginato.

Il lavoro del lutto dovrebbe portare la persona a integrare nella propria storia una perdita senza senso. 

 

CONSULENZA FAMILIARE

 

La psicoterapia familiare è un'esperienza che mira a favorire nuove possibilità e strategie di soluzione dei problemi familiari attraverso la ricerca di nuove forme di comunicazione e collaborazione tra i componenti della famiglia.

Questo percorso di ricerca e cambiamento, oltre a permettere una più fluida espressione delle proprie esigenze personali, abbassa i livelli di tensione e conflitto e contribuisce alla rinegoziazione di nuove regole più adeguate al momento di vita o alla fase di transizione che la famiglia sta attraversando.

 

CONSULENZA E SUPPORTO GENITORIALE

 

La consulenza genitoriale agisce principalmente sul sostegno alle funzioni e ai compiti genitoriali, mirando allo sviluppo delle potenzialità educative della coppia.

Nel percorso di aiuto la famiglia, vista come portatrice di capacità e competenze, diventa la vera protagonista dell'intervento, questo permette ai genitori di aumentare il senso di autoefficacia e il superamento di vissuti di impotenza.

L'intervento si rivolge alla coppia genitoriale, ai singoli genitori e ai minori accompagnati dal genitore.

 

CONSULENZA DI COPPIA

 

E’ un'esperienza che mira a favorire, tra i partners, la possibilità di trovare nuove e più funzionali modalità di ascolto reciproco e di espressione dei bisogni personali, al fine di recuperare una forma di armonia nella coppia, soprattutto nei casi in cui è presente un forte conflitto, litigiosità, mancanza di fiducia e intimità, disaccordi sulla gestione della vita familiare o di coppia, disagio nei rapporti con la famiglia d'origine propria o del partner, depressione di uno o di entrambi i partners, disagio nell'affrontare un cambiamento proprio o del proprio compagno/a.

L'intervento psicologico ha, come obiettivi finali, sia la soluzione del problema presentato dai partners, che il benessere di ognuno nella relazione di coppia.

La consulenza di coppia può essere richiesta per affrontare svariate problematiche che possono riguardare sia il singolo (attacchi di panico, depressione, fobie) sia entrambi (tradimento, problemi sessuali, incapacità di comunicare, problemi legati alla genitorialità, difficoltà connesse alla separazione).

 

DISTURBI DI ANSIA

 

L'ansia ha la funzione di preparare il nostro corpo a reagire, scappare o combattere.

Fa aumentare il battito cardiaco, pompa sangue nel corpo e nei muscoli, sveglia la nostra attenzione per farci dare il massimo nelle occasioni speciali: permette di rendere il massimo.
Talvolta però questo meccanismo si inceppa e compare l'ansia nemica, che è quella cerchiamo di controllare, che ci fa temere eccessivamente quanto ci circonda, che ci esaspera e logora portando cattivi consigli.

Le persone ansiose sono quelle che davanti a una realtà normale la vedono in maniera timorosa, spaventate eccessivamente dalle conseguenze che possono incorrere.

Ed è proprio l'attenzione prestata a questi aspetti che mette la persona in stato di allerta e la spingono a osservarsi, controllarsi, capire cosa non va: il circolo vizioso spesso parte da qui, portando una escalation che talvolta sfocia nell'attacco di panico.
Di fronte a queste paure e ansie, i fobici tendono ad attuare due soluzioni che, se a breve termine danno sollievo, purtroppo a lungo termine finiscono spesso per peggiorare la situazione invece che migliorarla: mi riferisco al controllo del proprio corpo e all' evitamento delle condizioni nelle quali la paura può diventare panico.

Ma più si cerca qualcosa che non va e più lo si trova, così come la quantità di situazioni che evitiamo va di pari passo con il senso di incapacità ad affrontare che si sviluppa dentro la persona.
Con l'aiuto di un professionista si può guarire, e anche in tempi brevi. 

 



DOTT. VEGLIANTE NADIA